sabato, aprile 28, 2012

Richiesto esonero dalla fisica attività di schiavo

Mentire, sempre e comunque.
La sincerità e l'onestà sono un invito a ricevere calci in bocca, gratuitamente.
"Vuoi essere preso a calci, brutto figlio di puttana? No, eh? Allora sparisci e non farti più vedere!"
Scusate, un coglione mi si è avvicinato per chiedere un'informazione, ed io non avevo voglia di vedere gente.
Non mi piace, la gente.

Dicevo... Ah, sì, mentire. Mentire spudoratamente, costantemente, implacabilmente.
Schiacciate le persone come foste un rullo compressore: dite loro che le amate.
Prendetevi, poi, gioco delle loro paure, manipolatele e tramutatele in pressanti angosce: dite loro che le amate.
Vi sentirete bene, un sacco bene. Vi sentirete bene come soltanto pisciare su una margherita, vi fa sentire.

Tirate di coca. E non fate quella faccia. E' la prassi. Dovete darmi retta, voci affidabili mi hanno detto che è la soluzione a tutti i problemi, la coca. Anche l'alcool, in realtà, ma non vi farebbe abbastanza del male.

Si prosegue dando la colpa di tutto, ma proprio tutto, quello che fate, siete, pensate e quant'altro, agli ormoni e alla genetica, un po' come nell'Ottocento si faceva con l'isteria.
Siete dei falliti e degli inetti? Colpa della genetica!
Non riuscite a sedare la rabbia che vi scorre incontrollata nelle vene mentre prendete a cazzotti una faccia di merda solo perché aveva osato chiedervi se era già passato l'autobus delle 11.10? Colpa degli ormoni!

Tirate per aria la giacca, alle vostre spalle, e fregatevene della fine che farà, non vi servirà più.
Prendete fiato, chiudete gli occhi. Tirate fuori dalla tasca il cellulare e lanciatelo. Lanciatelo, forte, davanti a voi, il più lontano possibile. Ripetete l'azione con il pacchetto di sigarette, tolto dall'altra tasca. Urlate. Forte, fortissimo. Urlate più forte che potete. Urlate per cinque secondi. Spaccatevi i timpani.
Smettete. Aprite gli occhi, iniziate a correre.

Correte veloce, sempre più veloce. Non ci sono scuse, è la prassi, dovete farlo.
Per venire incontro alle vostre ridotte capacità motorie, abbiamo predisposto come limite della corsa, un tragitto di una trentina di metri.

Ora, la corsa terminerà, ma prima piazzate bene un piede, saldo sul terreno. Datevi uno slancio, in avanti. Dovete arrivate a toccare l'orizzonte, così lontano. Ci vuole un perfetto slancio, per arrivare a toccare l'orizzonte. E voi volete darvi quel fottuto perfetto slancio. Saltate.

Mentre volerete, in attesa di schiantarvi sulle acuminate rocce sottostanti, strafatti di coca, e con le lacrime agli occhi, vi sentirete liberi. Finalmente, fottutamente liberi.

E da morti, né la genetica, né gli ormoni, potranno più soggiogarvi.

6 commenti:

  1. Signori passeggeri la LSD-Airlines è lieta di comunicarvi che l'aereo è atterrato e il viaggio è concluso... Vi preghiamo di scendere dalle uscite in testa e in coda al velivolo.
    Ricordate: solo con LSD avrai un viaggio indimenticabile... xD

    RispondiElimina
  2. E impressionante come sia in accordo con i primi due paragrafi del post.
    Devo preoccuparmi?

    RispondiElimina
  3. La coca non fa l'effetto che serve, passa anche tu a LSD-Airlines... Il viaggio è assicurato :P

    RispondiElimina
  4. Ah, com'è bello tutto questo.

    RispondiElimina